Impianti fotovoltaici al servizio di autovetture

A seguito dello stop alla vendita di auto e furgoni nuovi con motori endotermici a partire dal 2035 introdotto dal consiglio Ue, stanno aumentando le immatricolazioni di auto elettriche nella maggior parte dei grandi paesi dell’Ue. Tuttavia, se si considera gli incrementi delle vendite di auto elettriche nelle economie più grandi nel primo semestre del 2023, l’Italia è all’ultimo posto: gli incrementi maggiori si sono registrati in Germania (+68,9%), Francia (+32,4%) e un picco in Belgio (+235,9%), mentre in Italia una crescita solo del 14,4%.

Per far fronte a questo cambiamento, i vari paesi dell’Unione Europea si stanno sforzando per adeguare le infrastrutture di ricarica e facilitare la mobilità elettrica. In Italia a giugno 2023 si registrano 45.210 punti di ricarica a uso pubblico per veicoli elettrici (+47,2% rispetto al mese dell’anno precedente). Sulle autostrade italiane sono presenti 657 punti di ricarica, di cui il 77% ha una potenza maggiore di 43kW e il 58% supera i 150kW. I punti di ricarica presenti nelle case degli italiani hanno superato quota 400.000 con una crescita del 700% in due anni.

Il fotovoltaico in Italia è chiamato a ricoprire un ruolo fondamentale nell’orientamento green del paese in vista degli obiettivi definiti dall’Unione europea. Nel 2022 sono stati installati in Italia impianti fotovoltaici per una potenza di 2.483 MW, contro i 937 MW del 2021, pari ad un incremento del 165%. L’energia elettrica prodotta dagli impianti fotovoltaici viene impiegata soprattutto nelle abitazioni per l’illuminazione e gli elettrodomestici, tuttavia può essere utilizzata anche per alimentare auto elettriche.

L’energia solare è un carburante perfetto che la colonnina a ricarica fotovoltaica trasforma in elettricità al servizio dei veicoli elettrici come le auto. Oggigiorno questa opportunità è stata colta soprattutto dai proprietari di attività nei settori del turismo e del commercio, che vedono le colonnine di ricarica elettrica alimentate da pannelli fotovoltaici come un incentivo per attrarre nuovi clienti.

Come progettare gli impianti fotovoltaici per ricaricare un’auto elettrica? Per ricaricare un’auto, il numero e la potenza dei pannelli solari da installare può variare molto e dipende dai seguenti fattori:

  • Fattori legati all’ambiente: radiazione solare, abitudini di consumo, quantità e fabbisogno elettrico di tutti gli apparecchi elettronici.
  • Fattori legati al progetto: dimensione della postazione scelta, budget e batteria dell’auto elettrica.

La potenza totale di un impianto solare si esprime in kilowatt di picco (kWp), ovvero la potenza massima erogabile dal pannello. Nella realtà, l’energia massima fornita dipende dalla regione, dall’esposizione, dal periodo dell’anno, oltre che dalle condizioni metereologiche. Per calcolare quanti pannelli solari sono necessari, bisogna inoltre stimare il chilometraggio quotidiano da percorre in media, in modo da stabilire il numero di kWh necessari per un’auto.

Uno dei principali motivi per cui le auto elettriche vengono viste con scetticismo, soprattutto in Italia, è legato al tempo di ricarica del veicolo. La nostra società è abitata a fare rifornimento alla propria auto in pochi minuti, e molti non sono disponibili ad accettare il fatto di dover modificare le proprie abitudini per adattarle alle esigenze del proprio mezzo di trasporto.

Un conducente in Italia percorre in media meno di 50 km al giorno e supponendo che in media ci vogliono all’incirca 20 kWh di energia elettrica per percorrere 100 km, ogni giorno un’auto ha bisogno di circa 10 kWh di energia. Mediamente le forniture domestiche oggi variano tra i 3 e i 6 kW e i dati medi dei veicoli elettrici commercializzati in Italia, indicano una capacità media della batteria intorno a 70 kWh; osserviamo quindi che il tempo minimo per immagazzinare nella batteria l’energia necessaria si colloca nell’intorno di circa 12 ore e che per una ricarica parziale di un’auto ci vogliono in media 2 ore.

Si tratta quindi di una soluzione adatta a chi deve percorrere brevi tratti giornalmente, mentre se si vuole una ricarica completa in tempi ragionevoli bisogna affidarsi alle colonnine di ricarica con una potenza nettamente superiore a quelle domestiche.

Trattandosi per il cliente di un investimento che si ripaga in diversi anni e che è caratterizzato da una relativa complessità, è necessario affidare la vendita del prodotto a venditori esperti e competenti. Bisogna tenere presente che l’acquisto potrà essere perfezionato soltanto da soggetti in grado di farsi carico della richiesta di permessi per l’installazione stand-alone ovvero integrata con l’impianto elettrico al servizio dell’abitazione per l’autoconsumo diverso dalla sola autovettura elettrica

Approfondimenti

Per approfondimenti sui nostri metodi di lavoro, visita la pagina Analisi di mercato.

Se sei un giovane imprenditore oppure se la tua iniziativa riguarda un progetto a favore della sostenibilità ambientale, puoi usufruire del Mentoring agevolato offerto da Spazio Atlantide, il nostro spazio dedicato alle attività di ricerca e sviluppo. Informati subito!